Forse fai parte di…

  • un negozio?
  • un direttivo di un’associazione?
  • un gruppo che assiste altre persone?
  • lavori per un circolo?
  • stai avviando un’attività?
  • stai avviando un progetto?

Ogni gruppo può incontrare difficoltà di organizzazione e comunicazione, emozioni e abitudini logoranti che possono inficiare tutto il lavoro da questo svolto. In moltissimi ambienti ci possiamo trovare a lavorare in gruppi, senza accorgercene queste persone entrano a far parte della nostra vita e diventano responsabili del nostro benessere. Presto potremmo incontrare difficili problematiche organizzative e relazionali, l’accumularsi di rancori, pettegolezzi, la formazione di sottogruppi e di processi di esclusione. Lavorare efficacemente e piacevolmente può diventare impossibile.

Quale forma?

Ogni gruppo dovrebbe ragionare spesso sulla propria forma. Una forma fatta di regole, comfort, bisogni, giudizi, aspettative. Una forma che influenza l’operato del gruppo, così come la possibilità di future idee di miglioramento o stabilità.

… Se stessimo sbagliando direzione? Possiamo affidarci ad una forma imperfetta e che ci è sconosciuta?

 

SUPERVISIONE DI GRUPPI

 

Supervisione come spazio di ascolto per il gruppo, come sguardo esterno e neutrale. Un’offerta che riguarda la supervisione di piccoli gruppi. Gruppi visti come entità a sé, con proprie esigenze, problemi e risorse.

Non è un corso di motivazione!

Nemmeno un manuale di semplici strategie di comunicazione… Non ci sono modi giusti o sbagliati, non ci sono strategie che funzionino per tutti i gruppi. Io lavoro grazie alla conoscenza acquisita del gruppo, ristabilendo il dialogo perduto, offrendo spunti e forme più congeniali.

Il mio ruolo è quello di facilitatore, di ispiratore per nuovi strumenti di socialità: vera efficienza relazionale. Mi pongo come osservatore attento e partecipe, il resto del lavoro tocca al gruppo.

 

 

E tu, desideri conoscere FormaContattami!

Gabriele