C’è una regola non-detta che obbliga le persone a leggere libri per intero. Se inizi finisci, ogni incomprensione va colmata, e anche in breve tempo. Ne va del rispetto per l’autore e dell’amor proprio.

Due opposti:

  • leggerlo tutto;
  • non leggerlo affatto;
  • (o iniziarlo solamente e rimanere col senso di colpa).

Chi decide questa regola: tu, la società?

Per me un libro è un po’ come una persona. In un incontro, in una relazione con una persona ci possono essere diversi tipi di approccio, conoscenza, approfondimento e interesse; così vale per un libro.

Per avere schiere di persone che rinunciano alla lettura anticipatamente (per regole troppo severe) preferisco includere gli atipici lettori.

 

IL PIONIERE

Il Pioniere inizia a leggere il libro e può concludere di fantasia, oppure cambiare il finale. Le sue storie diventano più adatte al proprio vissuto.

 

IL CARTOMANTE

Il Cartomante studia recensioni o inizia a leggere un libro dal fondo, inoltre non è spaventato dagli spoiler.

 

IL COLTIVATORE

Cura il momento della lettura con agio e tempo,  legge con il sorgere dell’ispirazione e lascia sedimentare quando l’informazione è sufficiente. Può leggere a smozzichi e tra lunghe pause.

 

IL CORRIDORE

Chi consulta prima l’indice, chi salta i paragrafi inutili e tediosi, o svolge un’utile lettura globale con uno scopo ben preciso in mente. La sua meta può essere raggiunta prima che il libro sia concluso.

 

IL CERCATORE

Chi consulta più libri, chi setaccia le libreria, compra una moltitudini di libri cercando solo una particolare ispirazione o informazione.

 

L’ALCHIMISTA

Chi sostiene la lettura appassionata di più libri contemporaneamente, miscelando sensazioni ed equilibrando l’interesse

 

IL PIROTECNICO

Parte da alcuni consigli di lettura e viene colto da suggerimenti interni alla lettura e collegati al romanzo. In una virtuosa concatenazione il Pirotecnico si troverà a saltare da un libro conosciuto a molti altri sconosciuti, setacciando il mondo della letteratura più di altri.

 

Voi in quale archetipo vi identificate, quale vi impedite di sperimentare? Leggete gli Archetipi e poi dissolveteli nella vostra mente: non ho scritto ciò per crearvi nuove strutture mentali.

Avete altri lettori atipici da presentarmi?

 

 

Gabriele Pani

Seguimi anche su Facebook

Annunci